martedì 12 dicembre 2017

Ma che luogo è?

Si va al mare, si va in Mali, e sulla neve... ma in TILT?
rispecchia benissimo lo stress di questi giorni, ma io mi oppongo! sissignori della corte mi oppongo!

sabato 9 dicembre 2017

Il viaggio unico della nostra vita

https://www.youtube.com/watch?v=xZlAr7dbYe4

Questa sopra la canzone che noi del coro Joy abbiamo amato tanto, del gruppo Gen Arcobaleno.
Mi piace pensare che la strada la disegnamo noi stessi, con i nostri gesti, le nostre azioni, i nostri pensieri ed i nostri sogni.
Qui sotto appunti di viaggio di un anno fa a confronto....
Buon viaggio, durante l'Avvento, verso il Natale del Signore, a tutti nostri amici.
Buon viaggio per le vacanze, buon viaggio per l'anno nuovo.
In ebraico la parola ebraica "dèrek " vuol dire:  “via”, strada, viaggio, è una metafora per indicare lo stile di vita etico-religioso e sociale; nella versione greca detta “Settanta” (LXX) si parla della via della vita, via della salvezza. E a noi pellegrini piace proprio tanto!

http://www.pineroloindialogo.it/pineroloindialogo2017/pineroloindialogo12_2017/viaggiare.htm

martedì 28 novembre 2017

citando il passaparola del movimento Gen:




Passaparola:
Amare con decisione e coraggio.
لنحبّ بتصميم وشجاعة.
Milovat s rozhodností a odvahou.
懷著決心與勇氣去愛
결단과 용기를 갖고 사랑하자
Ljubiti odlučno i hrabro.
Ami kun decidemo kaj kuraĝo.
Rakastakaamme päättäväisesti ja rohkeasti
Aimer avec décision et courage.
Love with decision and courage.
Да љубиме одлучно со и храброст.
Vastberaden en met moed liefhebben
Miłować zdecydowanie i odważnie
Amar com decisão e coragem.
Să iubim cu hotărâre şi cu curaj.
Milovať s odvahou a rozhodnosťou
Ljubiti odločno in pogumno
Amar con decisión y coraje.
Älska med beslutsamhet och mod
Mutig und entschieden lieben
Határozottan és bátran szeressünk

venerdì 17 novembre 2017

Amare e voler bene - da A.de St.Exupery


«Ti amo» – disse il Piccolo Principe. «Anche io ti voglio bene» – rispose la rosa.

«Ma non è la stessa cosa» – rispose lui. – «Voler bene significa prendere possesso di qualcosa, di qualcuno. Significa cercare negli altri ciò che riempie le aspettative personali di affetto, di compagnia. Voler bene significa rendere nostro ciò che non ci appartiene, desiderare qualcosa per completarci, perché sentiamo che ci manca qualcosa.»
Spesso di omologano le due espressioni. Funziona se "voler bene" è volere il bene per l'altro. Senza aspettative.
Dare amore… penso ad un calice che se lo condivido, se dono il mio vino, è sempre pieno. Sennò si prosciuga. Dare amore aumenta la quantità.
Nel cuore c'è così tanto posto…

giovedì 9 novembre 2017

sabato 4 novembre 2017

Cammina cammina… porta bene a tutti


Abbiamo sperimentato come il camminare faccia bene personalmente. Innanzitutto fa respirare. Ma anche mette in circolo il sangue, elimina le tossine, tonifica i muscoli e scioglie i legamenti, fa prendere consapevolezza del corpo, libera la mente… potrei continuare.
Come dice il nostro amico "ospitaliero" dell'ostello francigeno di Vercelli, Giulio Tassi «mi piace quella lentezza che mi permette di attardarmi davanti a quelle cose che mi incuriosiscono».
Camminando si scopre che fa bene anche agli altri. Siamo di ispirazione, caspiterina! Facciamo venire voglia di partire. A me solo a camminare mi scappano i piedini!
Ci si scambia esperienze e si stringono nuove amicizie.
Come non condividere i tuoi pensieri caro Giulio:

«Mi piace camminare perché mi dà la possibilità di poter immergermi nella natura con le sue albe, i suoi tramonti, il profumo ed il colore dei suoi fiori e sentirmi, a volte, parte del paesaggio. Mi piace quella dolce libertà, un po’anarchica, che mi fa sembrare di poter sparire ed essere fuori dal mondo (“stacco la spina”)».
E come suggerisce non solo lui, ma molti come noi, nel cammino si prega. Si sta con chi è Oltre, e nel cuore con chi è qui ma è lontano. Fisicamente con chi condivide la nostra strada.
Si sta con se stessi. Che è una grande cosa.
E poi non si inquina.
Ah ecco, volevo condividere una bella notizia: Il buco dell'ozono sta chiudendo!
«Secondo le ultime registrazioni della NASA (31 ottobre 2017), il buco dell'ozono sull'Antartide ha raggiunto la sua dimensione più piccola dal 1988. Ha raggiunto la sua dimensione massima nel 2000 (29,86 milioni di chilometri quadrati) e da allora è scesa solo a 19,6 milioni di chilometri quadrati. È una riduzione enorme, equivalente alla dimensione degli Stati Uniti! Secondo gli scienziati delle Nazioni Unite, eviteremo due milioni di tumori della pelle grazie a questo sviluppo positivo, in quanto il divieto di aerosol nel 1987».
(dott. Jean Marc Dupuis)